News

Qui è ora in prima assoluta su TV2000

Roma, 25 gennaio 2019. Qui è ora, il docu-film prodotto dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con Odielle – Oratori Diocesi Lombarde e Regione Lombardia, sarà trasmesso giovedì 31 gennaio alle 21.05, in prima visione assoluta, su TV2000. Diretto dall’esordiente Giorgio Horn e presentato lo scorso ottobre ad Alice nella Città, la sezione della Festa del Cinema di Roma dedicata ai film per ragazzi, Qui è ora è un racconto corale, ambientato in cinque strutture parrocchiali della Lombardia, che delinea un ritratto della realtà giovanile diverso dalle narrazioni che prevalgono sui media.

Il documentario segue i protagonisti nelle attività quotidiane degli oratori approfondendo i legami che si instaurano e i processi emotivi e spirituali dei personaggi coinvolti: un giovane prete di città, un educatore senegalese, un’anziana suora, un gruppo di adolescenti che prende parte a un’esperienza vocazionale di vita comunitaria e il parroco di un paese montano.

Le cinque storie si intersecano fra di loro e delineano un ritratto fatto di integrazione e partecipazione che va oltre il ruolo che gli oratori hanno oggi nel nostro Paese e nella società contemporanea. Un mondo dove la ricerca di risposte diventa percorso per conoscere e per conoscersi, un percorso fatto di introspezione e confronto con il prossimo.

Ragazzi e ragazze come quelli che incontriamo in metropolitana, all’uscita delle scuole, per strada attaccati allo smartphone, che a prima vista ci sembrano lontani dai valori ma che nella loro apparente normalità e omologazione portano dentro domande enormi: chi sono io? Cosa vuole Dio da me?

Emerge il ritratto di una Chiesa che sa parlare ai più giovani anche di fede, non perché si affida a nuove tecnologie o ad effetti speciali, ma perché mette in campo figure educative autentiche che testimoniano concretamente l’incontro che ha cambiato la loro vita, quello con Gesù.

Il progetto segna la prima volta della Fondazione Ente dello Spettacolo nella produzione cinematografica e risponde all’accorato appello di Papa Francesco per una maggiore attenzione da parte della Chiesa verso la realtà giovanile, auspicio accolto anche dal recente Sinodo dei Vescovi.

Argomenti