News

LFF, Carlo Decio in Otello PoP Tragedy

Carlo Decio – Foto Karen Di Paola

Mettetevi comedy – OTELLO PoP TrAgEdY di Mario Gonzalez e Carlo Decio è uno spettacolo attuale, pungente, divertente ed irriverente. Si inizia con la commedia dell’arte e si finisce nella profonda tragedia. Decio veste i panni di 12 personaggi shakespeariani, di narratore e,
in pochi interventi, anche quello di commentatore: “La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre, diceva Einstein. Ma visti i pregiudizi razziali, l’odio, la violenza e le discriminazioni di questi tempi, sembra che il paracadute stia ancora aspettando di essere aperto”, è il commento di Decio prima di iniziare lo spettacolo.

Poi, ci introduce alla visione spiegando: “Quella che racconta, Otello, è una storia di odio, di amore, di intrighi e di manipolazioni, dell’essere o del non essere umani. Questo è il problema”. Spassoso e tragico, commovente e diretto, a tratti ruvido; si applaude volentieri all’ironia fresca e un po’ amara di uno spettacolo che vuole sviscerare le passioni e gli istinti più profondi della natura umana. Si affrontano, con intelligente leggerezza, tematiche senza tempo: invidia, razzismo, sopraffazione, gelosia, desiderio di giustizia, violenza di genere e inganno.

Uno spettacolo agile, moderno, versatile e pronto all’uso, che ben si adatta ad ogni luogo e ad ogni età. Fanno riflettere le parole che il “Decio commentatore” pronuncia dopo l’omicidio di Desdemona: “Questa tragedia è stata scritta più di 400 anni fa ma ancora troppi uomini si arrogano il diritto di togliere la vita alle proprie donne”.