News

Prove di resilienza: l’editoriale di Mons. Davide Milani per la RdC di novembre

Dal numero di novembre della Rivista del Cinematografo, pubblichiamo l’editoriale di Mons. Davide Milani (presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo e direttore della Rivista del Cinematografo)

Prove di resilienza

“Abito sempre nel mio sogno: di tanto in tanto, faccio una piccola visita alla realtà”. Ingmar Bergman (dall’autobiografia, Lanterna Magica, Garzanti), descriveva così il suo modo di intendere il cinema, il rapporto con la vita. Anche le letture sui grandi patriarchi del cinema offrono intuizioni per l’esistenza. In questo tempo di nuova emergenza a causa dell’improvviso infiammarsi della pandemia è una visione da imitare quella del maestro svedese. Non per fuggire il più possibile dal reale che ci angoscia, non per evitare di guardare negli occhi tempi che si preannunciano drammatici, ma per stare dentro ciò che accade e accadrà in modo adeguato, sostenibile. Così come il regista sosteneva di continuare ad abitare in quei luoghi in cui era cresciuto e la sua personalità si era formata – “In realtà io vivo continuamente nella mia infanzia: giro negli appartamenti nella penombra, passeggio per le vie silenziose di Uppsala” – così dovremmo rinvenire nelle esperienze di vita che ci hanno strutturato una direzione di cammino per addentrarci e vivere al meglio questi mesi non facili.

Con questo spirito Fondazione Ente dello Spettacolo vuole attraversare il territorio ignoto di giorni incerti in cui dovremo convivere con un virus che ammala la salute delle persone e attenta la vita delle comunità, rende difficoltose le fondamentali espressioni del vivere insieme: ritrovarsi, andare a scuola, aiutarsi, andare al cinema, lavorare. Interrogando la nostra missione, siamo convinti che anzitutto in questo  tempo dobbiamo impegnarci per raccontare di quel cinema che offre spunti per comprendere il reale e ritrovare le ragioni della speranza. Proporremo in questi mesi diverse iniziative, non per offrire occasioni di distrazione o intrattenimento, ma per sostenere lo sforzo che ciascuno è chiamato a compiere per stare davanti a ciò che la realtà quotidiana impone, e scoprire come anche questi giorni, settimane e mesi contengano la possibilità di vita buona.

Per questo la Rivista del Cinematografo sta lavorando per premiare il miglior cinema italiano nel tradizionale appuntamento degli RdC Awards che celebreremo con formula rinnovata e accresciuta. Per questo raddoppieremo Tertio Millennio Film Fest con una prima anticipazione invernale che preparerà l’ampia edizione primaverile. Con le stesse motivazioni apriamo una nuova collana editoriale mettendo in dialogo teologia e cinematografia, affidando l’esordio al cardinale Gianfranco Ravasi. E nello stesso solco offriamo ai lettori di questo numero della Rivista – grazie ad una delle nostre prestigiose firme, Gianni Riotta – un percorso per rinvenire nei classici un giudizio sul presente. Consapevoli della nostra identità abitiamo questo tempo e questa storia.