Frames

9 / 11, la 25a ora del cinema americano

Di Andrea Chimento
Il libro 9/11, la 25a ora del cinema americano di Andrea Chimento parte dalla convinzione che l’11 settembre 2001 il cinema americano sia entrato in una nuova fase. Il fantasma dell’attentato ha agito in forme e stratificazioni diverse, modificando scelte narrative, formali e stilistiche. Prendendo avvio dai film che hanno messo direttamente in scena le immagini della catastrofe, il testo si articola in due ampie sezioni: la prima impostata come una diretta sull’“evento”; la seconda incentrata sul periodo successivo all’accaduto....
Frames

Dal possesso all’accesso

L'industria audiovisiva ai tempi dello streaming
Di Bruno Zambardino
L’affermarsi del nuovo ecosistema digitale sta aprendo la strada a una moltiplicazione dei canali di distribuzione dei contenuti facilitando l’emergere di nuove forme di accesso e fruizione, personalizzate, flessibili e in mobilità. Il settore audiovisivo diventa sempre più il cuore pulsante della nuova filiera dei contenuti mentre cresce la pressione competitiva tra soggetti tradizionali e nuovi operatori globali: non esistono più rendite di posizione, il perimetro di gioco si estende a dismisura, e si assiste a una rapida ridefinizione dei...
Frames

Nuovo Cinema Tedesco (Junger/Neuer Deutscher Film). 17 studi

Di Luca Venzi
Questo volume raccoglie ed integra gli atti del Convegno Internazionale Nuovo Cinema Tedesco. Storia, figure, eredità svoltosi a Roma, all’Istituto Italiano di Studi Germanici, il 6 e 7 ottobre 2011. Con quelle giornate, costituisce l’ultimo tassello di un pluriennale progetto che in un ciclo di incontri internazionali si proponeva di ripensare alcune delle più significative e più note stagioni del cinema europeo cosiddetto della modernità: il neorealismo italiano, la Nouvelle Vague francese e appunto quel fenomeno articolato e complesso della...
Frames

Ontologia del corpo nel cinema comico

Di Alessandro Cappabianca
Questo libro non pretende certo di risolvere il problema filosofico del Comico, ma ne percorre le tappe attraverso la storia del cinema, tramite l’utilizzo del Corpo, dal muto alla commedia sofisticata, dalla farsa alla commedia all’italiana, fino al rapporto speciale dei comici con il cosiddetto cinema d’autore, e addirittura con la morte, avanzando una semplice ipotesi: il Comico è un formidabile rivelatore del non-senso generalizzato, e la risata è una reazione difensiva salutare, l’unica alternativa alla disperazione. Deleuze, a proposito...
Frames

In nome di Dio, nel nome di Franco

Cinema, religione e propaganda nella Spagna nazionalcattolica (1945-1959)
Di Paolo Raimondo
La cinematografia spagnola realizzata negli anni corrispondenti all’apogeo del nazionalcattolicesimo franchista, tra il 1945 e il 1959, è innervata da un palpabile contenuto religioso. L’analisi dei film presentati in questo volume ne è una conferma. Il libro si pone l’obiettivo di indicarne tanto i caratteri distintivi quanto le dinamiche sottese alla realizzazione. Dinamiche interessate da una doppia variabile: da un lato, l’approvazione dell’apparato censorio nazionale, sul cui giudizio l’opinione del rappresentante ecclesiastico contava in misura determinante; dall’altro, l’istituzione, a partire...