Frames

Ontologia del corpo nel cinema comico

Di Alessandro Cappabianca
Questo libro non pretende certo di risolvere il problema filosofico del Comico, ma ne percorre le tappe attraverso la storia del cinema, tramite l’utilizzo del Corpo, dal muto alla commedia sofisticata, dalla farsa alla commedia all’italiana, fino al rapporto speciale dei comici con il cosiddetto cinema d’autore, e addirittura con la morte, avanzando una semplice ipotesi: il Comico è un formidabile rivelatore del non-senso generalizzato, e la risata è una reazione difensiva salutare, l’unica alternativa alla disperazione. Deleuze, a proposito...
Rapporto Cinema

Rapporto 2013

Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia
Il Rapporto. Il Mercato e l’Industria del Cinema in Italia, giunto alla sua sesta edizione, offre una panoramica sulla situazione economica del settore cinematografico italiano, registrando per il 2013 un’annata eccezionale, dal momento che – dopo la violenta flessione dell’anno precedente – le quote degli incassi sono tornate a salire, anche grazie al record di presenze fatto registrare da Sole a catinelle e all’interesse per il nostro cinema suscitato dal Premio Oscar a La grande bellezza. Oltre a focalizzare gli...
Frames

In nome di Dio, nel nome di Franco

Cinema, religione e propaganda nella Spagna nazionalcattolica (1945-1959)
Di Paolo Raimondo
La cinematografia spagnola realizzata negli anni corrispondenti all’apogeo del nazionalcattolicesimo franchista, tra il 1945 e il 1959, è innervata da un palpabile contenuto religioso. L’analisi dei film presentati in questo volume ne è una conferma. Il libro si pone l’obiettivo di indicarne tanto i caratteri distintivi quanto le dinamiche sottese alla realizzazione. Dinamiche interessate da una doppia variabile: da un lato, l’approvazione dell’apparato censorio nazionale, sul cui giudizio l’opinione del rappresentante ecclesiastico contava in misura determinante; dall’altro, l’istituzione, a partire...
Le Torri

Sergio Leone

Il cinema come favola politica
Di Christian Uva
Sergio Leone. Spettacolo, mito, favola. Se queste sono le principali coordinate all’interno delle quali la produzione filmica di Sergio Leone è stata tradizionalmente collocata è tuttavia necessario evidenziare come tale orizzonte trovi la sua principale ragion d’essere in una corposa istanza politica articolata su più livelli. Il cinema leoniano è anzitutto la testimonianza di uno sguardo profondamente critico tanto nei confronti della materia raccontata quanto nei riguardi degli stessi dispositivi linguistici e drammaturgici che ne presiedono la messa in forma....
Frames

La vertigine e il volo

L’esperienza filmica fra estetica e neuroscienze cognitive
Di Adriano D’Aloia
Dalla camminata in precario equilibrio di un funambolo alla passeggiata spaziale di un astronauta sospeso nello spazio siderale, questo libro offre un vertiginoso percorso nelle forme con cui il cinema contemporaneo coinvolge e sconvolge lo spettatore intensificando le sue percezioni e le sue emozioni. Per la prima volta nell’ambito degli studi sull’esperienza filmica, il paradigma della cognizione incorporata e l’ipotesi della simulazione incarnata vengono adottati per descrivere la relazione dello spettatore con i personaggi e con i mondi della finzione...
Frames

Product placement made in Italy

Le marche nei film italiani dal 2004 al 2011
Di Roberto Paolo Nelli
La pubblicazione contiene i risultati di un’ampia ricerca sull’impiego del product placement all’interno dei film prodotti in Italia dal 2004 al 2011 ed è preceduta da un’introduzione al tema del product placement cinematografico come forma di comunicazione aziendale, di cui approfondisce le condizioni di efficacia. L’analisi ha riguardato i primi 30 film per anno (produzioni 100% italiane o coproduzioni non di minoranza) per presenze totali, giungendo a individuare nel complesso 114 lungometraggi con inserimenti di marche citate nei titoli di...
Le Torri

Abbas Kiarostami

Immaginare la vita
Di Dario Cecchi
Abbas Kiarostami (1940) è uno dei maggiori registi viventi a livello internazionale e forse in assoluto il più importante cineasta iraniano. Dopo una formazione artistica e un inizio come pubblicitario, si avvicina al cinema grazie alla collaborazione con il Kanun, l’istituzione pubblica iraniana per l’educazione dei giovani. Al suo primo lungometraggio, Il pane e il vicolo (1970), segue un’intensa produzione di corti e mediometraggi, tra i quali vanno ricordati La ricreazione (1972), Esperienza (1973) e The Traveller (1974), nonché Il...
Rapporto Cinema

Rapporto 2012

Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia
Il Rapporto. Il Mercato e l’Industria del Cinema in Italia, giunto alla sua quinta edizione, il Rapporto offre una panoramica sulla situazione economica del settore cinematografico italiano. Per l'anno 2012 registra una contraddittoria tendenza all'aumento di produzione rispetto alla diminuzione della domanda, e analizza le conseguenze della crisi economica su un settore apparentemente anticiclico. Oltre al focus sugli investimenti e gli aspetti finanziari, il volume si occupa anche dei trend nel mercato del lavoro legato alla produzione filmica. Una ricca...
Frames

Il Cinema e le emozioni

Estetica, espressione, esperienza
Di Giorgio De Vincenti, Enrico Carocci (a cura di)
In quanti modi un film può affascinarci e sollecitare le nostre reazioni più istintive? E in quali termini le tecnologie influiscono sul nostro rapporto emozionale con ciò che vediamo sullo schermo? Come e con quali mezzi, nel corso dei decenni, cineasti e artisti hanno lavorato per rappresentare i sentimenti sotto forma di immagini e suoni? E, soprattutto: di che cosa parliamo quando parliamo di emozioni al cinema?Sono, queste, soltanto alcune delle domande poste dai saggi raccolti nel presente volume. Il...
Le Torri

Manoel de Oliveira

Il visibile dell'invisibile
Di Bruno Roberti
Manoel de Oliveira (1908) - Tra i massimi cineasti viventi ancora in attività, la sua età è quasi quella del cinema e la sua opera ne ha attraversato scoperte, figure, mutamenti, nella costruzione di uno stile e di uno spessore filosofico che si traduce ogni volta in cristalline ed enigmatiche espressioni artistiche. Il regista lusitano è Maestro di un cinema di pensiero entro cui si dipanano i valori dell’immagine, la costruzione dello spazio filmico, l’esplorazione del tempo e del gesto,...
Frames

Western

Una storia dell'Occidente
Di Toni D'Angela
Il cinema è passione per il nuovo, creazione del nuovo e, come scriveva Marguerite Duras, fa venir voglia ai ragazzi di fare l’amore e alle ragazze di fuggire di casa, rende impazienti, e nella sua notte apre ad una comunione fra sala e schermo, desiderio e immagine. Questa impazienza è la condizione ipnotica di cui parla anche Roland Barthes, la disponibilità a vagare fra le stelle della notte e a sperimentare, a lasciarsi andare. Il western – il cinema americano...
Frames

La maschera del potere

Carisma e leadership nel cinema
Di Dario E. Viganò
Il potere e la leadership contengono una forza e un’attrazione irriducibili e a volte anche indossare una semplice uniforme può radicare in ognuno di noi un falso, inestinguibile senso di superiorità. Charlie Chaplin, splendido attore che si calava sempre a perfezione nel ruolo che stava interpretando, quando per la prima volta indossò i panni di un personaggio tirannico e arrogante, Hynkel, rimase stupefatto dal risultato e si lasciò sfuggire un commento: «È solo perché ho addosso questa dannata cosa che...
Rapporto Cinema

Rapporto 2011

Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia
Il Rapporto. Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia, giunto alla sua quarta edizione, è un prodotto editoriale dedicato al Cinema italiano e alla sua industria, che si pone l’obiettivo di fornire un quadro fedele di questo settore vitale della nostra economia, non solo in termini di diffusione del prodotto cinematografico e promozione, ma anche in riferimento al management legato all'industria cinematografica. Il crescente consenso degli operatori del settore e dei semplici lettori ha indotto ad arricchire quest’opera, realizzata...
Frames

Sguardi incrociati

Cinema, testimonianza, memoria nel lavoro teorico di Marco Dinoi
Di D. Chimenti, M. Coviello, F. Zucconi
Alcuni libri si prolungano, si allargano, sprofondano e stillano fuori dai margini, talvolta continuano a scriversi anche senza il loro autore. Altri libri cercano di prendersene cura, sperimentando nuovi possibili innesti del pensiero e della teoria.Sguardi incrociati. Cinema testimonianza, memoria nel lavoro teorico di Marco Dinoi è fin dal titolo un libro che parla di un altro libro, riprendendo le riflessioni che Marco Dinoi, docente di “Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico” e “Metodologia della critica cinematografica” presso l’Università di...
Rapporto Cinema

Rapporto 2010

Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia
Il Rapporto, giunto alla sua terza edizione è una pubblicazione importante in quanto, per la prima volta in Italia, fornisce un quadro organico di questo settore vitale della nostra economia. Il consenso degli operatori del settore e dei semplici lettori ha indotto i promotori della ricerca a procedere ancora nel percorso di lettura e di analisi intrapreso, integrando e arricchendo con altri dati quest’opera realizzata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con Cinecittà Luce S.p.A. Un aspetto essenziale di...
Frames

Nouvelle Vague

Forme, motivi, questioni
Di Luca Venzi
Fenomeno complesso, situato all’incrocio di congiunture multiple e differenti, la Nouvelle Vague è stato uno dei momenti più alti ed intensi della storia del cinema e in quella storia ha lasciato un segno profondo. Questo libro raccoglie ed integra gli atti del Convegno Internazionale 50 fois Nouvelle Vague, svoltosi a Roma, presso l’Ambasciata di Francia in Italia, il 17 e 18 febbraio 2009, nella ricorrenza dei cinquant’anni della cosiddetta nascita pubblica della Nouvelle Vague, a Cannes nel maggio del 1959....
Frames

L’anticonformismo intelligente di Rodolfo Sonego

Di Mirco Melanco
Raccontare l’anticonformismo intelligente di Rodolfo Sonego, uno dei maestri della commedia all’italiana, è quello che si cerca di fare in questo libro, risultato di un percorso ventennale di studi sullo sceneggiatore. La particolare ironia con la quale Sonego ha affrontato la figura dell’italiano medio, di cui Alberto Sordi è stato l’interprete più eloquente, è frutto anche del sodalizio nato nel 1954 tra lo sceneggiatore bellunese e l’attore romano. La fusione di due caratteri antitetici ma compatibili, ha permesso una descrizione...
Frames

Sentieri di immaginazione

Paul Ricoeur e la vita fino alla morte: le sfide del cinema
Di Daniella Iannotta
Sui sentieri dell’immaginazione, il testo coniuga un’operazione della fantasia con un auspicio dell’esistenza reale, la poiesis con la praxis, la fabula con la vita. Allo scopo, tralasciando l’immaginario poetico del post-mortem e quello consolatorio-fideistico di certi linguaggi religiosi, gli autori si mettono in dialogo con Paul Ricœur, uno dei grandi Maestri che hanno attraversato e occupato la scena del XX secolo fino a un recente passato. In questa ottica, da una parte viene letto il problema filosofico-esistenziale della vita fino...
Frames

Open Cinema

Scenari di visione cinematografica negli anni '10
Di Emiliana De Blasio e Paolo Peverini
Dai grandi blockbuster che invadono le sale alle forme più marginali di prodotti presenti solo su Internet, dalle forme di riscrittura dei testi audiovisivi ai commenti dei cinefili della rete, dal fansubbing al marketing creativo, dal Machinima alle strategie di produttori e distributori, dalle questioni sul downloading ai nuovi pubblici creativi. Tutto questo, e ancora altro, è il cinema oggi. Accanto a un'ampia ricerca sui pubblici, il libro cerca di offrire uno sguardo analitico sui tanti e diversi aspetti che...
Frames

La realtà dopo il cinema

Percezione, senso, azione nel mondo visto
Di Silvio Grasselli e Serafino Murri
All'origine di questo volume sta un convegno – il XIII Convegno Internazionale di Studi Cinematografici "Tertio Millennio". All’origine di quel convegno stava un'idea: sia che il dispositivo teorico preesistesse alla possibilità della sua esistenza concreta, sia che, invece, sia stata la messa in collezione di una serie di scoperte e invenzioni a far nascere il cinema, dopo la comparsa dell'"immagine in movimento" il mondo non è stato più lo stesso. Che il cinema abbia originato o seguito le rivoluzioni silenziose...