Cinema in Atto – Quarantesima Puntata 20 dicembre 2018

La Fondazione Ente dello Spettacolo e la Rivista del Cinematografo presentano un programma a cura di Giacomo d'Alelio; musiche di Daniel Torres

Fondazione Ente dello Spettacolo e Rivista del Cinematografo

presentano

In questa puntata:

TERTIO MILLENNIO FILM FEST

Prima parte

E’ arrivata alla sua XXII. edizione il Tertio Millennio Film Fest, nato su impulso di Papa Giovanni Paolo II nel 1997 e organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con il patrocinio della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, del Pontificio Consiglio della Cultura, dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali CEI, della Direzione Generale Cinema MiBACT e dell’Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma, il Tertio Millennio Film Festival è da sempre attento a indagare i temi legati alla spiritualità e da alcuni anni si propone come luogo di dialogo interreligioso e interculturale tra le comunità cattolica, protestante, ebraica e islamica (https://www.tertiomillenniofilmfest.org)

Ascoltiamo le voci dei suoi protagonisti, di un’edizione dal titolo I giorni della rivolta. Guerra, Rivoluzione, Riscatto:

Valerio Sammarco, caporedattore Rivista del Cinematografo e Cinematografo.it, che presenta Zan di Shinya Tsukamoto;
Mons. Davide Milani, Presidente Fondazione Ente dello Spettacolo;

Dopo la proiezione de La cotta di Ermanno Olmi:

– la Vox Populi del pubblico;
Emiliano Morreale, docente di Storia del Cinema Università di Roma Sapienza

Entrando alla Filmoteca Vaticana, incontriamo i protagonisti di due proiezioni importanti, quelle di:

Mother Fortress, di Maria Luisa Forenza, che intervistiamo;
Alganesh – All’orizzonte una speranza, di Lia e Marianna Beltrami. Raccogliamo la testimonianza di Lia Beltrami, e di Alganesh Fessaha, fondatrice e presidente di Gandhi Charity, protagonista del documentario.

Ritorniamo alla Sala Trevi, per la proiezione del documentario Sad Hill Unearthed di Guillermo De Oliveira, sul film culto Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone. Ospite dell’occasione Carlo Verdone, che ci parla del suo incontro con Sergio Leone, che produsse il suo primo grande successo, Un sacco bello, e del suo legame con la Rivista del Cinematografo, con cui il padre, Mario Verdone, critico, accademico e saggista cinematografico, collaborò a lungo.

Fino ad arrivare alla notte degli RdC Awards, per un primo assaggio degli ultimi giorni di premiazione di Tertio Millennio Film Fest, grazie alle parole di Saverio Costanzo, regista premiato per la Miglior Serie televisiva, L’amica geniale.

Buona Visione!
Dalla prossima settimana una nuova puntata: non perdetela!
Scriveteci cinemainatto@entespettacolo.org